Poliposi naso-sinusale

La poliposi nasale deriva da una reazione edematosa, multifocale, recidivante di tipo infiammatorio della mucosa nasosinusale con patogenesi multifattoriale. Tra i meccanismi patogenetici chiamati in causa si annoverano ipotesi infettive, da disfunzioni neuro vascolari, allergiche, da alterazioni metaboliche ed infine da turbe dell’apparato muco-ciliare. Si citano anche la ASA-triade (o sindrome di Widal caratterizzata da intolleranza all’aspirina, asma e poliposi nasale) e patologie sindromiche come la fibrosi cistica e la sindrome di Kartagener.

Nelle recenti classificazioni rientra nei quadri di rinosinouste cronica nelle quali è presente una degenerazione flogistica delle mucose con formazioni di neformazioni polipoide che arrivano ad occupare completamente le fosse nasali, determinando una ostruzione respiratoria, la presenza di rinorrea siero mucosa ed alle volte mucopurulenta ed ipo-anosmia. 

DIAGNOSI

Anamnesi ed esame obiettivo

Rinoscopia anche con esame endoscopico

TC massiccio facciale, nei casi dubbi e con prevalenza monolaterale RM con mdc

Valutazione allergometrica

Eventuale citologia nasale (per valutare la prognosi e la tendenza a recidivare)

TRATTAMENTO

Il trattamento può essere di tipo medico sia locale che sistemico, oppure nei casi più gravi può richiedere un intervento chirurgico che avviene al giono d'oggi per via endoscopica transanale mediante ottiche rigide. 

Grazie a questo tipo di trattamento si rimuovono le neoformazioni polipoidi si disostruiscono gli osti di comunicazione tra il naso ed i seni paranasali per ripristinare una corretta ventilazione degli stessi. Tale intervento in considerazione della prossimità con strutture molto delicate quali l'encefalo e le orbite ed i nervi ottici non è scevro da possibili complicanze che però si riducono in mani esperte. Inoltre proprio perchè la poliposi è una patologia della mucosa essa non può e non deve essere completamente asportata durante la chirurgi e pertanto in alcuni casi può avere la tendenza a recidivare. Pertanto il trattamento chirurgico deve essere preceduto e seguito dal un accurato follow up clinico strumentale ed opportune terapie mediche.